distribuire soldi dal cielo

helicoptermoney

Da un po di tempo a questa parte si sente sempre piu’ spesso parlare di helicopter money (distribuire soldi dal cielo), ovvero della possibilità da parte delle Banche Centrali di stampare soldi per darli direttamente ai cittadini senza passare attraverso le istituzioni bancarie.

Sebbene i funzionari della BCE abbiano detto che il concetto non sia sul tavolo della discussione, il mese scorso Mario Draghi, governatore della BCE, ha dichiarato che la

helicopter money e’ una possibilità molto interessante seppur non ancora esaminata”. M. Draghi

l’idea di “distribuire soldi dal cielo” nasce quindi come estrema ratio per aumentare la massa monetaria qualora gli attuali tentativi non sortissero gli effetti desiderati in termini di inflazione e crescita economica.

Quali strumenti hanno a disposizione le banche centrali per fornire moneta all’economia reale?

Semplificando le banche centrali hanno a disposizione due tipologie di strumenti per aumentare la massa monetaria, intanto devono stampare i soldi, oppure accreditarli elettronicamente sul proprio conto, ma i soldi cosi’ creati non servono a nulla se restano nei caveau (fisici o elettronici) della BCE, quei soldi devono arrivare all’economia perche’ funzioni.

come dicevo prima le banche centrali hanno due possibilita’, prestarli alle banche le quali poi si spera li faranno girare all’economia mediante successive operazioni di prestito, oppure prestarle, o regalarle, ai cittadini direttamente.

Cosa ha fatto finora la BCE per aumentare la massa monetaria?

come ho spiegato in un mio precedente articolo dal titolo la truffa della moderna politica monetaria, le banche centrali hanno distribuito – o cercato di distribuire – soldi prestandoli alle banche commerciali in cambio di garanzie costituite da titoli di debito detenute dalle banche stesse. In pratica la BCE stampa i soldi, li presta alle banche commerciali, in cambio per il prestito chiede una garanzia, costituita da crediti della banca stessa, di solito titoli di debito pubblico, oppure, mutui ipotecari.

ultimamente, poiche’ i precedenti tentativi hanno fallito miseramente, la BCE ha deciso di accettare come collaterale per i suoi prestiti anche obbligazioni di aziende industriali e ha ridotto ancora i tassi di interesse, rendendoli negativi.

come io steso ho spiegato nel precedente articolo, il QE non poteva funzionare e cosi’ e’ stato, lo scopo era di alzare l’inflazione e rilanciare la domanda, ma il QE cosi’ come e’ stato strutturato non poteva funzionare per due motivi:

il primo perche’ fornire soldi alle banche per consentire alle banche di prestare quei soldi al settore privato non funziona semplicemente perché le banche commerciali non hanno bisogno di avere i soldi per prestarli, le banche creano denaro dal nulla, dunque se possono farlo da sole ed in questo periodo di crisi hanno deciso di non farlo, cioè di non prestare soldi, perche’ dovrebbero farlo ora?

per maggiori dettagli sull’argomento puoi leggere il mio articolo signoraggio…..

il secondo motivo consiste nel fatto che l’aumento della massa monetaria non alza l’inflazione, le imprese finché hanno i magazzini pieni di merce che non riescono a vendere, non alzeranno mai i prezzi, anzi costringeranno ad abbassarli nel tentativo di vendere, solo un aumento della ricchezza della classe media puo’ innescare il processo di consumi che a sua volta incentiverà le imprese ad investire.

ma in cosa consiste la pratica di distribuire soldi dal cielo?

il termine helicopter money e’ stato coniato dall’economista Paul Friedman, il quale ha fatto l’esempio di un elicottero che butta i soldi dal cielo, l’immagine di un elicottero che lancia i soldi dal cielo puo’ sembrare assurda ma in realta’ non lo e’, difatti si e’ sempre fatto cosi’ in passato quando gli stati erano sovrani della propria moneta, e lo si e fato anche recentemente quando il governo degli stati uniti di america ha distribuito soldi stampati dalla FED sotto-forma di rimborsi fiscali.

Ma veniamo ora alla domanda, e vi passo la citazione

Anche detto il «QE del popolo», l’Helicopter money è stato proposto come un’alternativa del Quantitative Easing (QE) quando i tassi di interesse sono vicini allo zero e l’economia rimane debole o entra in recessione.

Gli economisti utilizzano il termine «helicopter money» per fare riferimento a due politiche monetarie ben distinte:

  • la prima pone l’enfasi sulla monetizzazione permanente dei deficit di blancio;
  • la seconda vede la banca centrale effettuare trasferimenti diretti di capitale al settore privato, senza il coinvolgimento diretto delle autorità statali.

BCE, Helicopter Money

Come potete vedere a differenza dei vari QE che aumenta la massa monetaria in circolazione aumentando al contempo i debiti, privati o pubblici, “distribuendo soldi dal cielo” invece, qual’ora fosse applicato il primo metodo, (monetizzazione del deficit di bilancio), non ci sarebbe aumento del debito pubblico, infatti la moneta stampata dalla BCE finirebbe direttamente nelle casse pubbliche senza emissione di nuovo debito pubblico.

applicando invece il secondo metodo (trasferimenti diretti di capitale al settore privato, senza il coinvolgimento diretto delle autorità statali) i soldi finirebbero ai cittadini senza passare dal settore bancario, quindi senza creazione di debito, i cittadini riceverebbero i soldi direttamente sul proprio conto corrente in qualche modo, sperando che li spendano.

esiste una terza alternativa, i soldi potrebbero essere usati per riacquistare debito pubblico, la BCE in pratica stamperebbe i soldi e acquisterebbe debito pubblico direttamente, non lo puo’ fare perche le lobby che la governano si sono guardate bene da proibirlo nello Statuto della stessa, ma se lo facesse il risultato sarebbe di diminuire il debito pubblico, con ovvi risparmi sugli interessi peri governi, questa pratica si chiama monetizzazione del debito.

 

in un prossimo articolo spieghero’ quali sono i metodi per trasferire i soldi ai cittadini e quali effetti diversi hanno i diversi metodi.

 

Precedente trinità impossibile: salari, inflazione e profitti Successivo la truffa dei contributi previdenziali